scatola di pensieri ritrovati

Pubblicato il da Fran

in oceanomare c'era un personaggio che ho adorato... il signor Bartleboom con la sua scatola piena di lettere che scriveva per la sua amata che avrebbe incontrato chissà... un giorno.
L'immagine di una scatola piena di lettere d'amore e soprattutto di vita mi piace tantissimo e così.. con questa immagine della scatola voglio iniziare a far prendere vita a questa etichetta di "Pensieri Ritrovati" ...sarà come una scatola di pensieri, riflessioni... parole che ho scritto e che fanno parte di me e che... mi piacerebbe far prendere di nuovo vita in questo piccolo spazio tutto mio....

iniziamo con Hesse e il suo viaggio nella natura...

«Ho udito il vento risuonare in una molteplicità di toni fra le chiome degli alberi, i ruscelli rumoreggiare per le gole dei monti e i fiumi tranquilli e silenziosi attraversare le pianure e sapevo, che questi suoni sono il linguaggio di Dio, e che riuscire a comprendere questa lingua oscura, di una primitiva bellezza, significa ritrovare il paradiso perduto». Herman Hesse

mi è capitato diverse volte d'immergermi completamente nella natura, respirare a pieni polmoni e sentirmi rigenerata, con una grinta nuova per affrontare tutto. bastano anche poche ore, per togliere tutti i pensieri quotidiani e far salire a galla le cose importanti. avere le idee più nitide su ciò che si deve affrontare. si toglie il superfluo, resta l'essenziale.
perchè alla fine l'essenziale è proprio lì, nella perfezione della natura, nei piccoli particolari: una piccola margheritina bianca sul ciglio della strada, un papavero rosso su un campo di erba verde, i girasoli sorridenti rivolti verso il sole, una piccola farfalla che svolazza allegra tra i fiori, l'aria fresca del mattino, il cinguettio degli uccellini, e poi... se per un attimo con la mente torno al mio teatro mistico, be! vedo le mie onde impetuose che s'infrangono, la linea di luce all'orizzonte che unisce mare e cielo, il vento che entra dentro di me, le orme sulla sabbia.. e tante tante altre sensazioni.
si potrebbe continuare all'infinito a descrivere tutto ciò che si percepisce da un viaggio all'interno della natura e allo stesso tempo all'interno di noi. emerge la nostra anima. la nostra voce interiore e non dobbiamo far altro che ascoltarla..............

Commenta il post