ricordi di Natale

Pubblicato il da Fran

 
Il Natale è una delle festività che mi è sempre piaciuta sin da piccola... ho avuto un nonno materno Severino che ci teneva tantissimo, credeva nelle tradizioni e nella famiglia e ci teneva affinchè durante le feste tutta la famiglia fosse unita nella stessa casa.. e così sin da piccola ho trascorso il Natale nella loro casa insieme a tutta la mia famiglia. mia mamma è la prima di sette figli... e io sono la prima nipote e ora siamo ben 11 nipoti e il più piccolo ha appena 4 mesi... mio nonno ci aspettava e non vedeva l'ora di averci lì tutti nella sua casa enorme... appena terminavano le scuole andavamo da loro... si preparava insieme l'albero di Natale e il presepe... noi piccolini aiutavamo con le statuine e durante tutte le feste le statuine venivano spostate, ricordo l'odore del muschio fresco, della linfa dell'albero e soprattutto il fuoco nel caminetto... sempre acceso dalla mattina e sino a notte fonda... ricordo un tavolo enorme e le sue manone grandi che battevano sopra per far silenzio nel momento in cui doveva far gli auguri alla famiglia... ricordo un tavolino piccolo che veniva apparecchiato per noi piccoli, c'ero io la mia sorellina Valentina e i miei due cugini Matteo e Giacomo. ci sentivamo grandi in quel piccolo tavolo, veniva sistemato vicino al caminetto e vicino al tavolo dei grandi. tante chiacchere, risate e tanti racconti.... mio nonno ci raccontava delle storie bellissime.. dobloni d'oro che venivano trovate in case vecchie, storie di fantasmi che abitavano in case vicine... racconti dei suoi Natali in cui non c'era nulla ma si era felici.... mi diceva "l'importante è stare insieme alle persone che ami e condividere il poco che si aveva... poi il resto contava poco". e quanto aveva ragione....
dal suo amico pastore si faceva portare l'agnellino e il capretto e poi si faceva aiutare dai suoi due generi,mio padre e mio zio luciano, a pulirlo e tagliarlo... ricordo ancora l'odore intenso della carne e il buon sapore.. ricordo ancora quando mio nonno mi dava la cosciotta dell'agnello e ci faceva mettere in fila a noi piccoli per darci lui il pezzo di carne più buono... e i pezzetti di pane con sopra il cervello... :)
abbiamo sempre creduto a babbo natale e cercavamo in tutti i modi di restar svegli sino a mezzanotte ma non ci siamo mai riusciti e così ad una certa ora andavamo a letto ma anche sotto le coperte cercavamo di sentire il rumore della slitta con le renne.. doveva pur far qualche rumore ma il sonno prendeva sempre il sopravvento e non sentivamo mai nulla e la mattina il primo di noi quattro che si svegliava avvisava tutti gli altri e sotto l'albero c'erano tutti i nostri doni... la legna scoppiettava nel camino e ricordo che non ci si alzava dal letto sino a quando non sentivamo scoppiettare la legna perchè significava che il fuoco era pronto, la cucina era calda e potevamo prendere la colazione.... era emozionante trovare i nostri regali sotto l'albero.. la magia del natale del vadere se eravamo stati così buoni da meritare il regalo che avevamo scelto..... e poi dopo aver scartato i regali si andava a giocare........ un altro bel ricordo sono gli auguri, gli abbracci e i baci della mattina di natale, quegli auguri così sentiti e quei baci così dolci... 
Man mano che siamo cresciuti l'atmosfera del Natale è cambiata... sono rimaste le tradizioni, e la volontà di riunirsi per Natale devo però dire una cosa da quando mio nonno non c'è più è cambiato tutto.... era lui che credeva nell'unione della famiglia e ora tanti suoi figli preferiscono non venir più nella sua casa...
un mio pensiero va a lui che non c'è più e che mi ha dato tanto e se ora credo in certe cose devo soprattutto a lui, ai suoi insegnamenti e spero un giorno di poterli trasmettere ai miei figli e nipoti e far sentire anche a loro quell'atmosfera magica di gioia che si respira a Natale....

i miei migliori auguri a tutte voi e l'augurio più grande di non perder le tradizioni che i nostri nonni ci hanno trasmesso, siamo noi che dobbiamo portarle avanti e continuare a trasmetterle....sono troppo importanti...
e che la nascita del gesù Bambino possa illuminare di gioia le nostre vite e possa far riaccendere la luce di speranza....

un abbraccio forte

Fran


Commenta il post