Che libro è?13

Pubblicato il da Fran

eccomi ragazze... :) questo giochino sta per terminare...

vi scrivo subito la risposta al quesito 12 è: Anna Karenina - Tolstoj. Bravissime!!!

 

Il libro di oggi inizia così:

[...] è un giovane marinaio che durante una rissa difende il giovane Arturo Morse da un gruppo di uomini che vogliono picchiarlo. Fra i due ragazzi nasce un'amicizia che induce Arturo a condurre il marinaio nella sua ricca casa borghese. Il marinaio è lo stereotipo ottocentesco del sottoproletario ineducato: cammina oscillando, ha le mani incallite, si muove con estremo impaccio. Ad accrescere il suo imbarazzo interviene la comparsa della sorella di Arturo, Ruth, della quale il marinaio si innamora a prima vista e che lentamente diventa una specie di sua educatrice e incomincia ad insegnargli la grammatica. Rapidamente impara le buone maniere e intanto fa innamorare Ruth con la sua energia vitale e la sua ingenuità: i due giovani hanno venti e ventitrè anni. ... prende a frequentare la famiglia di Ruth e la biblioteca pubblica dove un bibliotecario gentile gli consiglia le letture adatte alle sue capacità di autodidatta;


Che libro è?
se volete qualche aiutino sono qui.

oggi vi scrivo anche un altra frase. e vi dò subito un aiuto è un libro che adoro e ho fatto recensione su anobii... anche se non indovinate non importa mi piace condividerla con voi...

«ho ancora presente la prima impressione, o meglio, la mia prima meraviglia davanti al colore che usciva dal tubetto. una pressione del dito e questi esseri straordinari che si chiamano colori compaiono chiassosi, pomposi, pensosi, sognanti, assorti, profondamente seri, maliziosi, con il sospiro della liberazione, con il suono profondo della sofferenza, con una forza fiduciosa e persistente, con una dolce indulgenza, con un caparbio dominio di sè, con l'instabilità e la sensibilità dell'equilibrio. vivendo ciascuno una sua vita propria, racchiudendo in sè il loro fine ultimo e in potenza nuove vite indipendenti con le loro particolari esigenze, pronte a piegarsi a ogni istante a nuove combinazioni, a unirsi gli uni con gli altri e a creare una serie infinita di mondi nuovi. gli uni giacciono come già vinti, irrigiditi come forze morte o come i ricordi vivi di velleità che il destino ha portato a maturazione.»

un bacione grande
e grazie grazie grazie

Fran

Con tag Giochi vari

Commenta il post